fbpx

Bon ton matrimonio – La guida pratica completa

bon-ton-matrimonio

Bon ton matrimonio - La guida pratica completa

Durante la preparazione delle nozze con tutta probabilità ti sarà capitato di pensare “Dove dovrò mettermi?” oppure “Chi compra questo, chi compra quello?” o ancora “Come si scrive la partecipazione di matrimonio?“. Se ti sei fatta queste e altre domande, ciò di cui hai bisogno è una bella guida sulle regole di bon ton del matrimonio!

E non parlo di una guida banale che dia indicazioni ovvie del tipo: “non ubriacatevi” o “comportatevi decorosamente”. E neanche qualcosa che ti parli di tradizioni e usanze che andrebbero da galateo seguite ma che ai giorni nostri sono diventate impraticabili.

Parlo di un testo pratico e completo in cui potrai trovare tutte le indicazioni da seguire per evitare di fare brutte figure al tuo matrimonio! Sei pronta? Partiamo allora!

 

Spese di matrimonio - A chi spetterebbero i costi?

spese-matrimonio

Partiamo subito col botto snocciolando uno degli argomenti più richiesti: a chi spetterebbero le spese di matrimonio secondo il galateo.

Nonostante il concetto di “alla famiglia dello sposo spetta questo, alla famiglia della sposa spetta quello” inizi ad essere abbastanza superato, ci sono alcuni elementi che ancora vengono comprati quasi soltanto dalle figure che il galateo prevede.

In ogni caso una divisione netta non sussiste quasi più. Gli sposi provvedono sempre più autonomamente alle spese del proprio matrimonio, con le famiglie che li supportano come e dove possono, ma senza incasellarsi in schemi precisi.

Gli sposi poi, internamente dividono le spese come ritengono più giusto in base ai loro equilibri di coppia, ai rispettivi redditi, a ciò che gli fa piacere.

Se sei però curiosa di sapere cosa prevede il galateo tradizionale, ecco come dovrebbe essere la divisione se si seguissero in maniera precisa le regole del bon ton di matrimonio riguardo le spese.

Sposo e famiglia dello sposo
– Casa coniugale (sai che botta XD);
– Arredamento della casa coniugale tranne camera da letto;
– Fedi (secondo alcune tradizioni però sono i testimoni a regalarle);
– Bouquet;
– Automobile per la cerimonia;
– Viaggio di nozze;

Sposa e famiglia della sposa
– Inviti e partecipazioni;
– Arredamento della camera da letto;
– Bomboniere e confetti;
– Abito della sposa;
– Addobbi floreali;
– Offerta alla chiesa;
– Abiti delle damigelle (in caso);
– Ricevimento nuziale;
– Foto e video;

Rispettare tutto questo ai giorni nostri sarebbe davvero complesso (immagino anche in passato qualcuno ci abbia sofferto XD) quindi come accennato sopra, il modo più sereno per affrontare il discorso costi è probabilmente dividere le spese secondo i propri equilibri e le proprie possibilità.

Bon ton matrimonio - Le partecipazioni di nozze da galateo

Partecipazioni-nozze-galateo

Chiaramente ci sono regole di bon ton di matrimonio anche per tutto quello che riguarda le partecipazioni di nozze!

Facciamo innanzitutto una premessa doverosa: partecipazioni di nozze ed inviti di nozze sono due cose differenti! Vediamo nel dettaglio:

Partecipazioni di matrimonio: si inviano a chi si vuole presenzi al rito. Avranno quindi l’indirizzo della chiesa e l’orario della cerimonia.
Inviti di matrimonio: riguardano soltanto chi si vuole presenzi anche al ricevimento. Avranno quindi l’indirizzo della location del banchetto.

Se perciò volete che un invitato presenzi sia al rito che al ricevimento, gli farete recapitare una busta con dentro sia la partecipazione che l’invito.

Se invece volete che la suddetta persona partecipi soltanto al rito, gli farete recapitare la busta con soltanto la partecipazione.

Detto questo, veniamo alle regole di galateo per quanto riguarda le partecipazioni.

In questa fase, quella in cui mettiamo al corrente gli invitati delle nostre nozze, sarebbe opportuno evitare già di inserire il tagliandino con la lista di nozze o le richieste relative il viaggio di nozze. Ci sarà tempo in un secondo momento per sistemare queste faccende e farlo di primo impatto potrebbe essere considerato indelicato.

Il nome dello sposo da tradizione precede quello della sposa e per essere precisi andrebbero inseriti anche i cognomi.

Le partecipazioni poi andrebbero scritte a mano (lo so, è improbabile ai giorni nostri). Se si vuol rispettare il galateo al 100% su questo aspetto ma non si hanno il tempo o la bella calligrafia, questo lavoro può essere delegato ad un professionista. C’è da dire che lo scrivere le partecipazioni di matrimonio a mano non è una regola di bonton inutile, farlo infatti testimonierebbe l’importanza e la cura che voi provate verso ogni singolo invitato.

Altro aspetto da considerare è che secondo il galateo tradizionale di matrimonio, l’annuncio sulle partecipazioni dovrebbe essere scritto come se fossero i genitori degli sposi a dare la notizia del matrimonio. Questa regola è ancora tanto usata, anche se molti sposi preferiscono la versione moderna in cui sono loro stessi a dare l’annuncio del matrimonio.

Le partecipazioni vanno spedite 3-4 mesi prima della data del matrimonio. Se volete avvertire prima i vostri invitati, potrete allora inviare loro dei “Save the date” in cui annunciate soltanto l’evento ed il giorno, così i vostri invitati sapranno fin da subito di non prendere impegni per quella data o quel periodo.

Riguardo la richiesta di risposta, non è buona educazione mettere un termine, però richiedere conferma è del tutto legittimo nonché utile. Si possono usare le forme:
– È gradita gentile conferma;
– R.S.V.P. (che sta per Répondez s’il vous plait)

Poi starà nell’educazione dei vostri invitati confermare e farlo in delle tempistiche non scortesi.

Il bonton di matrimonio in chiesa

bonton-matrimonio

Riguardo gli arrivi in chiesa e la condotta da tenere in essa, il bonton di matrimonio è molto chiaro e preciso.

Lo sposo da galateo arriverà sul posto circa 20 minuti prima dell’orario previsto per la celebrazione ed accoglierà gli invitati che nel frattempo si presenteranno. Con lui sempre la madre, che gli darà man forte nel fare gli onori di casa.

L’unica a cui è consentito fare del ritardo è la sposa, ma non più di 15 minuti, altrimenti sarebbe comunque considerata una scortesia.

Poco prima che la sposa arrivi allora, gli invitati prenderanno posto a sedere: se si è invitati dello sposo ci si posiziona nella sezione destra, se si è invitati della sposa ci si posiziona a sinistra.

Questo perché una volta all’altare, la sposa starà sempre a sinistra dello sposo (tra l’altro questa tradizione ha origini antiche, e si praticava così perché se qualcuno avesse aggredito la sposa durante la celebrazione, lo sposo avrebbe potuto prontamente difenderla sguainando la spada con la mano destra).

Una volta che tutti gli invitati hanno preso posto, lo sposo potrà fare il suo ingresso accompagnato dalla madre alla sua destra. La madre di lui aspetterà con lo sposo l’arrivo della sposa.

La futura sposa siederà nei sedili posteriori della macchina, precisamente dietro a destra. Alla sua sinistra il padre, che la aiuterà a scendere davanti l’ingresso della chiesa. La sposa potrebbe anche raggiungere la chiesa a piedi se il luogo in cui si sta preparando è vicino, ma dovrà sempre essere accompagnata.

Il padre accompagnerà quindi la sposa attraverso la navata della chiesa, sempre alla destra di lei.

Una volta raggiunto l’altare, saluterà lo sposo e si accomoderà al suo posto. Lo sposo così solleverà il velo della sposa (se presente) e a quel punto il rito potrà iniziare secondo la forma classica e le prove che avete fatto (o che farete).

Bon ton di matrimonio - Come comportarsi al ricevimento

galateo-matrimonio

Il bon ton di matrimonio ha delle indicazioni anche per quanto riguarda il ricevimento.

Se infatti un bel buffet senza il pasto con le varie portate è consentito a pranzo (per quanto il buffet di aperitivo seguito dal pranzo resti ancora la scelta più in voga), non lo è a cena.

Inoltre la sposa dovrà sedere alla destra del marito (l’opposto della posizione in chiesa). Se poi gli sposi hanno scelto di non avere un tavolo solo per loro, ci sarebbero anche qui delle regole per la disposizione di genitori e testimoni, infatti alla destra della sposa dovrebbero sedere, in ordine: il padre dello sposo, una testimone, il padre della sposa, un’altra testimone.

Alla sinistra dello sposo invece: madre della sposa, sacerdote, madre dello sposo e i due testimoni.

Anche questa però è una delle regole che non sono più vincolanti, e la cosa giusta da fare sarebbe disporre attorno a voi le persone secondo cosa fa più piacere a voi e a loro.

Una regola assolutamente da seguire per il bon ton di matrimonio è che gli sposi durante il ricevimento facciano il giro di tutti i tavoli e che scambino almeno due parole con ognuno degli invitati. Questo per dare valore alle persone che sono venute li per festeggiarli e non farli sentire un semplice elemento trascurabile nella massa.

Se poi durante il ricevimento riceverete delle buste (cosa assai probabile), ringraziate subito ma apritele a casa!

L'abito della sposa secondo il bon ton di matrimonio

Bon-ton-abito-sposa

Qui è quasi completamente a vostra discrezione (senza essere fuori luogo ovviamente), giusto due parole per dire che anche in questo aspetto sono ancora vive tradizioni che si possono ormai non considerare.

Secondo il galateo infatti la sposa dovrebbe indossare sempre le calze (anche d’estate).

L’abito della sposa volendo può essere corto, ma senza esagerare! Fino al ginocchio potrebbe andare benissimo.

Sempre secondo il bon ton di matrimonio la sposa dovrebbe necessariamente indossare scarpe chiuse, ma anche qui non credo sia necessario attenersi in maniera troppo schematica a questi suggerimenti. I tempi cambiano, e più che seguire per forza regole che ormai non ci sembrano più così sensate, dovremmo lasciare spazio al buonsenso.

Bon ton di matrimonio - Il bouquet

bon-ton-matrimonio-bouquet

Per ciò che riguarda il bouquet, il galateo di matrimonio è molto chiaro al riguardo: è l’ultimo regalo che lo sposo fa alla sua amata prima che diventi sua moglie.

Nonostante questa regola oggi non venga seguita da tutti (sempre perché i tempi cambiano) ci sono molte spose ancora fortemente ancorate a questa tradizione, che anche secondo me è molto romantica.

Lo sposo potrà quindi farsi aiutare dalle amiche della sposa per scegliere il bouquet più adatto. Loro faranno da filtro e si assicureranno che sia in tema con il vestito della sposa e con il mood del matrimonio.

Il bouquet sarà quindi fatto recapitare a casa della sposa il giorno stesso delle nozze, o da un testimone o dalla madre della sposa.

Per quanto riguarda il lancio, il bonton di matrimonio non lo prevederebbe, ma è un momento divertente e tanto bello a cui la maggior parte delle spose non vuole assolutamente rinunciare (un po’ come la giarrettiera). Si possono quindi prendere un paio di accorgimenti, come:

– Farlo soltanto se si ha un numero discreto di invitate single o non sposate (altrimenti non ha senso)
Fare un bouquet apposta per il lancio, così si potrà conservare il principale come ricordo del proprio matrimonio.

Inserisci la tua mail e ricevi sconti e offerte su foto e video di matrimonio

Il galateo dell'abito dello sposo

Galateo-abito-sposo

E qui si apre un altro grande argomento: il galateo dell’abito dello sposo.

In base al tipo di matrimonio e all’orario della giornata, ci sarebbero infatti degli accorgimenti da seguire.

Partiamo con l’abito classico, che va bene quasi in ogni situazione. 

bon-ton-matrimonio-abito

Quasi mai fuori luogo e sempre attuale, l’abito può essere un’ottima scelta per lo sposo. Da evitare comunque colori troppo vistosi e accesi. Possibilmente poi dovrebbe essere scelto qualcosa che sia coordinato con l’abito della sposa (fatevi consigliare dagli amici che possono vederli tutti e due).

Poi ci sono il tight e il mezzo tight, per matrimoni che si vogliono porre in maniera più formale.

bon-ton-matrimonio-tight

In ogni caso la giacca non dovrà essere a doppio petto ed i pantaloni non dovranno avere il risvolto.

Per le cerimonie dopo le 18 sarebbe opportuno indossare il frac, mentre non è mai previsto lo smoking a meno che non si tratti di situazioni davvero molto particolari.

Il vestito spezzato è consentito ma poco usato, adatto infatti soltanto a cerimonie molto informali.

Bonton matrimonio - Gli abiti degli invitati

bon-ton-matrimonio-vestiti

La regola base per tutti gli invitati, che siano questi maschi o femmine, la madre dello sposo o amici di vecchia data, è una: non vanno eclissati gli sposi!

Sono da evitare vestiti con colori troppo accesi, soprattutto come il rosso o il viola (la ragazza a destra nella foto ad esempio è un po’ una forzatura, vedete come spicca in foto). Sono poi da evitare il nero e il bianco/champagne. Questo vale soprattutto per le invitate donne, perché rischierebbero di confondersi con la sposa e nessuno vuole che questo succeda.

Secondo il bonton di matrimonio poi, il cappello andrebbe indossato soltanto se anche la madre della sposa lo porta.

Riguardo le damigelle, dovrebbero avere dei vestiti almeno coordinati tra loro. Di solito la sposa da delle indicazioni sul colore e la tipologia di modello, senza però vincolarle ad un vestito preciso, perché non a tutte potrebbe star bene e creerebbe imbarazzo nella ragazza che lo indossa.

L’abito lungo è consentito per le cerimonie serali, mentre sarebbe opportuno per quelle diurne indossare un abito corto.

Come per lo sposo poi, anche gli invitati maschi devono evitare lo smoking, sempre a meno che non sia stato specificato o richiesto.

Il galateo di matrimonio per gli invitati

Bonton-matrimonio-invitati

Le buone maniere per gli invitati cominciano fin dalla ricezione della partecipazione o dell’invito.

Secondo il bon ton del matrimonio infatti dovrebbero fin da subito ringraziare per l’invito ricevuto e poi confermare o disdire quanto prima, in modo da non creare disagio agli sposi.

Dovranno arrivare in chiesa circa 20 minuti prima dell’orario stabilito dalla partecipazione (quindi insieme allo sposo) e prima dell’ingresso della sposa dovranno già tutti quanti aver preso posto.

Riguardo il dress code, ne abbiamo parlato nella sezione precedente. L’unica regola quindi che resta da menzionare è quella del buonsenso.

Bon ton di matrimonio - Le bomboniere

bon-ton-matrimonio-bomboniera

Da galateo di matrimonio, le bomboniere dovranno essere tutte uguali e consegnate dagli sposi stessi alla fine del ricevimento, man mano che gli invitati lasceranno la location.

Le uniche bomboniere che possono distinguersi dalle altre sono quelle dei testimoni, a cui può essere consegnato qualcosa di più elaborato.

Bon ton matrimonio - Dopo la luna di miele

bon-ton-matrimonio-madre-dello-sposo

Una volta tornati dalla luna di miele, quasi tutto il percorso delle nozze è ormai concluso. L’unica cosa che resterà da fare agli sposi secondo il bon ton di matrimonio è ringraziare tutte le persone che hanno provveduto a fargli un regalo.

Il galateo di matrimonio - Conclusioni

Fotografo-matrimonio-Roma

In conclusione, il galateo di matrimonio ai giorni nostri su certi aspetti non può certo essere preso alla lettera, ma riguardo tanti argomenti può essere ancora un validissimo spunto per organizzare un matrimonio di classe senza incappare in piccoli errori.

Spero che questo articolo ti sia stato utile. Se poi vorresti documentare il tuo matrimonio con foto e video davvero emozionanti e che raccontino la vostra storia più che fare semplicemente il compitino, questo è il nostro pane quotidiano! Contattaci e parliamone insieme 🙂