fbpx

Come scegliere le band per i matrimoni | Parola agli esperti

band-per-matrimoni-3

Organizzare le nozze è senza dubbio un percorso molto articolato e quando si entra nel tema della band per matrimoni ci può essere davvero tanta confusione! Che tipo di mood dare? A chi rivolgersi? Come riconoscere dei professionisti?

Per rispondere a tutte queste domande abbiamo pensato di intervistare una band davvero veterana che da anni svolge la professione: Swinger’s Tune, che nell’intervista sarà rappresentata da Francesco, il tastierista.

Stiamo perciò per addentrarci nel mondo della musica per matrimonio, quindi allacciati forte le cinture perché chiariremo tutti i tuoi dubbi. Sei pronta? Via!

Presentazione di Swinger's Tune, la band per matrimoni veterana

band-matrimonio

Ciao Francesco, piacere di conoscerti! Raccontaci un po’ della vostra band, quanti siete, da dove venite, qual è stato il vostro percorso e il vostro sound…

Ciao, piacere mio e grazie mille per l’invito!

Entro subito nel vivo, raccontandovi di noi. Gli Swinger’s Tune sono una band per matrimoni con quasi dieci anni di carriera alle spalle. Come suggerisce il nome, la proposta musicale iniziale era lo Swing dei primi del Novecento, ed era rivolta prevalentemente ai ballerini di Lindy Hop che affollavano i locali della capitale. Dopo questi primi passi, la band ha cominciato ad esibirsi per eventi privati e ad occupasi di musica per matrimonioOvviamente, eventi e matrimoni in cui fossero richieste determinate atmosfere musicali.

Nel corso degli anni la formazione ha subito modifiche, con nuovi innesti che hanno portato ad un’evoluzione stilistica. E l’ultimo acquisto sono proprio io; organista Hammond, pianista e tastierista. Ho iniziato collaborando saltuariamente, fino a diventare un membro stabile.

Oggi siamo una band per matrimoni votata completamente alla black music. Dal gospel delle cerimonie, al jazz dell’intrattenimento durante aperitivi e cene fino al Soul e alla Disco music dei dance party. E non solo. Perché adoriamo spingerci fino all’R’n’B contemporaneo (da Bruno Mars a Beyoncè, passando per Amy Winehouse e Justin Timberlake). Questo ha portato anche ad una leggera modifica del nostro nome che oggi è Lula Soul & The Swinger’s Tune, per dare un’idea della nostra eterogeneità.

Probabilmente questa voglia di spaziare nella musica per matrimonio è dovuta anche al background dei singoli componenti. Francesca, la nostra voce solista, ha dei lunghi trascorsi nei musical, come cantante e danzatrice. Stefano (che con Francesca è uno dei due membri storici della band) è un bassista impegnato nella musica moderna a tutto tondo. Max, il nostro sassofonista, ha una lunga carriera alle spalle, avendo lavorato, e lavorando tutt’ora, per prestigiose produzioni televisive e cinematografiche. Io e Paolo, il batterista, siamo le anime più jazz. Con lui abbiamo condiviso parecchi concerti nei jazz club della capitale prima che mi coinvolgesse in questo progetto di musicisti per matrimonio.

Le caratteristiche che non dovrebbero mai mancare ad una band di matrimonio

Qual’è secondo te una delle caratteristiche che non dovrebbe mai mancare ad una band di matrimoni?

Ciò che non dovrebbe mai mancare ad una band di matrimoni e la capacità di far convivere l’aspetto professionale con l’anima artistica dei musicisti. Siamo professionisti, manager di noi stessi, ma non dobbiamo mai perdere di vista la nostra capacità di essere empatici e comprensivi.

Dobbiamo essere in grado di comprendere lo stress emotivo degli sposi ed essere duttili e pronti ad ogni imprevisto, sempre col sorriso sulle labbra. Il matrimonio è uno di quei giorni memorabili. Emotivamente questa consapevolezza affatica le coppie: la paura che non fili tutto liscio, il desiderio che tutto sia perfetto. E, noi dobbiamo essere in grado di recepire questo stato d’animo ed essere in grado di addolcirlo, con la giusta professionalità mescolata ad una buona dose di “delicatezza” e comprensione. Tutto questo è fondamentale per i gruppi musicali di matrimoni.

Il rapporto tra i musicisti per matrimonio e i clienti

band-per-matrimoni

Raccontaci un podel vostro rapporto con i clienti. 

Mi ricollego a quanto appena detto: ci piace creare un’atmosfera rilassata. Dopo i primi contatti via mail/telefono, cerchiamo di incontrare le coppie che ci vorranno al loro matrimonio. E quando non fosse possibile fisicamente, quanto meno con videochiamate. Ci piace parlare con loro, rassicurarli sulle nostre capacità organizzative, ancor prima di quelle riguardo la musica del matrimonio. Spesso la figura del musicista viene inquadrata come quella dell’artista “distratto”, concentrato solo sul proprio universo musicale.

Invece, chi affronta questo mestiere con serietà, è doppiamente professionista. Preparato sia dal punto di vista musicale che dal punto di vista imprenditoriale e organizzativo. E questo è un elemento cruciale nel nostro rapporto con i clienti. Li aiutiamo a fidarsi di noi, dimostrando tutte le sfaccettature dei nostri talenti, elemento imprescindibile per chiunque si occupi di intrattenimento musicale ai matrimoni.

Il tratto distintivo di questa band di matrimonio

dj-matrimonio

Qual è la cosa che vi caratterizza di più? Il vostro tratto distintivo

Per quanto detto anche prima, credo che il nostro tratto distintivo sia proprio l’eclettismo. Siamo una band per matrimoni molto duttile, grazie al background di cui ti ho raccontato. La nostra anima black è sempre predominante, ma sappiamo divertirci moltissimo (e divertire) anche esprimendoci con altri generi musicali. Siamo professionisti innamorati della nostra professione, e spesso ci ritroviamo a suonare i generi più disparati. Dal reggae al pop italiano, fino alla musica classica, che in alcune situazioni ci viene richiesta durante le cerimonie religiose, ad esempio come musica di entrata per lo sposo.

Ed è comunque divertente e stimolante essere pronti ad esaudire tutte le richieste, specie quelle dell’ultimo minuto. È un momento importante di crescita artistica e lavorativa. Una palestra di vita musicale, che, tra l’altro, ci permette di incrementare costantemente il nostro repertorio di musicisti per matrimoni.

Come i musicisti per matrimoni gestiscono le richieste degli sposi

gruppi-musicali-per-matrimonio

Nella selezione musicale della giornata, avete il pieno controllo oppure siete aperti alle richieste specifiche degli sposi?

Le coppie che ci contattano, lo fanno perché il nostro repertorio risponde in buona parte ai loro gusti e alle loro esigenze. Ma ovviamente diamo loro la possibilità di avere brani non in scaletta e ci occupiamo insieme della scelta della musica per i momenti cruciali e per la filodiffusione durante le nostre pause. Certo, dipende molto anche dalle coppie.

Ci sono futuri sposi che danno totale carta bianca al gruppo musicale del matrimonio, altri che danno delle indicazioni di massima, altri ancora che preferiscono essere più dettagliati su tutti i momenti e sulle relative scelte musicali. Quelli più precisi, ci inviano liste scritte che noi provvediamo ad eseguire alla lettera. 

Come è cambiato il mondo della musica per matrimonio negli anni

intrattenimento-musicale-matrimoni

Siete nellambiente da molto tempo, come è cambiato il mondo del wedding in tutti questi anni?

Più che un cambiamento vero e proprio, ho notato una maggiore consapevolezza da parte degli sposi riguardo i gruppi musicali per il matrimonio. Di sicuro possono avere figure di riferimento come l’organizzatore del matrimonio (il wedding planner per intenderci) in grado di instradarli nella giusta direzione. E, soprattutto, grazie ad internet riescono ad informarsi meglio, ad avere un quadro più chiaro della situazione. Raramente sono totalmente impreparati.

Questo, per certi aspetti, favorisce anche i veri professionisti del settore. Se consideri l’aspetto musicale, grazie alla facilità con cui si possono reperire informazioni e video delle band, difficilmente si può incappare in brutte sorprese. Anche quando la scelta della band avviene per passaparola, si passa comunque per una ricerca in rete. Il consiglio che mi permetto di dare agli sposi in cerca della propria band è comunque di cercare sempre video live delle band per matrimoni. E per video live, intendo video realmente dal vivo. Magari realizzati con telefonini, con audio un po’ distorto, ma in cui si senta chiaramente la performance della band mescolata al vociare degli invitati. Non fermatevi solo ai video promozionali, realizzati in studio o che usano immagini live ridoppiate. 

Qualche situazione imbarazzante per i gruppi musicali per matrimonio

musica-matrimonio

C’è qualche situazione strana o comica che ti sei trovato ad affrontare ad un matrimonio?

Sono tantissime le situazioni divertenti. E si legano solitamente a dei cliché ben precisi. Il parente appassionato di musica che sequestra uno dei musicisti per raccontargli dei propri trascorsi artistici; i bambini che si siedono di soppiatto sugli strumenti durante le pause della band, scatenando il panico soprattutto fra noi musicisti; gli invitati in modalità karaoke alcolico che prendono possesso del microfono, regalando perle canore indimenticabili, e restituendo un microfono che ricorda più un cono gelato lasciato a squagliarsi sotto il sole di ferragosto.

Una situazione, però, è ormai entrata nella legenda. Cercherò di farne una versione breve ed edulcorata, nonostante al momento sembrasse interminabile. Matrimonio con sposo italiano e sposa nord europea (non entriamo troppo nel dettaglio sulla nazionalità). Mamma e zia della sposa si lasciano cullare senza sosta da fiumi di alcool ad alta gradazione fin dall’aperitivo. Finiti il taglio della torta e il primo ballo, poco prima del dance party finale, la zia della sposa si arma di telefonino su cui ha scaricato canzoni tradizionali del proprio paese. Parecchie canzoni. Agguanta il microfono e comincia a cantare (più o meno) non accennando minimamente a smettere. Lo strazio prosegue per parecchio, nonostante i disperati tentativi da parte di tutti di interrompere la novella Callas. Tutti ad eccezione della mamma della sposa che sembrava gradire molto.

Alla fine riusciamo ad esibirci, anche se sul più bello dobbiamo interrompere per i limiti di orario della location. Ne nasce un piccolo battibecco fra gli sposi a causa della letale performance canora della zia. La mamma della sposa, in una visione mistico-alcolica, vede la figlia piangere a dirotto e si rivolge al neo-genero con uno stentoreo, quanto approssimativo, “tu brutta persona, tu fatto piangere mia figlia”. Peccato che non stesse parlando al novello sposo, ma al nostro batterista con cui stava finendo di espletare le ultime formalità burocratiche. Alla fine ci ritroviamo ostaggio della gentile signora al grido di “io aspettato voi per musica, ora voi aspettate me per andare” e veniamo salvati dallo sposo, tanto eroico quanto imbarazzato per l’accaduto. Sì, siamo riusciti a tornare a casa. No, non sappiamo dove sia finita la zia alla fine della performance. 

Alcuni consigli per scegliere la giusta band per matrimoni

musica-per-matrimonio

Quale consiglio potresti dare ad una sposa che ha necessità di scegliere la band per il suo matrimonio, ma non sa ancora bene come orientarsi? 

Credo che il matrimonio in generale sia un po’ come un gigantesco vestito da cerimonia. Quindi gli sposi (sì, anche lo sposo) devono scegliere l’abito che preferiscono e cucirselo addosso. Cercare di accontentare tutti, amici e parenti, è faticoso ma, soprattutto, infruttuoso. Di conseguenza devono accontentare prima di tutto loro stessi.

E la scelta della musica per il matrimonio è uno dei momenti più delicati. Credo che debbano porsi la domanda più semplice e banale, ovvero “con cosa voglio emozionarmi durante la giornata”. Ci sarà sempre lo zio appassionato di liscio, o il cugino con trascorsi nel Metal, che storceranno il naso per qualunque selezione musicale. Ma, comunque, anche loro saranno troppo impegnati a divertirsi per non godersi la giornata. Poi, nei casi più estremi, di solito interveniamo noi, che riusciamo ad accontentare (quasi sempre) qualsiasi richiesta dell’ultimo istante. Sì, anche il liscio

Secondo i musicisti per matrimoni, sono meglio i riti d'inverno o d'estate?

musicisti-per-matrimoni

Preferisci i matrimoni dinverno o quelli destate? Quali sono secondo te i punti forti e deboli delle due situazioni?

Sono un appassionato della bella stagione, quindi mi piacciono moltissimo quelli estivi, ma non ho una motivazione concreta per supportare la mia preferenza. Forse è semplicemente l’idea di “vacanza”, di spensieratezza che porta con sé l’estate. Di sicuro per noi è molto vantaggiosa per gli spostamenti lunghi: viaggiare per ore, magari di notte, con delle condizioni meteo favorevoli è cosa non da poco per chi si occupa di intrattenimento musicale per matrimoni.

Molto spesso abbiamo eventi consecutivi a grosse distanze per cui viaggi notturni o spostamenti aerei, sono all’ordine del giorno. Affrontarli d’estate è molto più rilassante. Ma veniamo ai veri protagonisti della nostra chiacchierata. Se penso agli sposi, già la sola possibilità di avere un ventaglio maggiore di location durante la bella stagione è un elemento da non sottovalutare (pensate quanto sarebbe bello ad esempio sposarsi in spiaggia). Non perché manchino le location per il matrimonio d’inverno. Ma in estate una stessa location ha a disposizione più spazi, fra quelli interni ed esterni che possono donare la cornice perfetta al proprio giorno speciale. 

Band per matrimoni - Conclusioni

musicisti-per-matrimonio

Francesco, ti ringraziamo della disponibilità. Sei stato gentilissimo e ci hai dato un sacco di spunti che le nostre spose troveranno sicuramente utili nella scelta della loro band! Ti mandiamo un caro saluto e invitiamo i nostri lettori a visitare la pagina Facebook di Swinger’s Tune per scoprire di più su questa fantastica e storica band!

Grazie mille a voi per l’invito e per la possibilità di raccontarci. Spero di aver dato un contributo interessante a tutti coloro che stanno pianificando il proprio giorno speciale. Ne approfitto per salutare virtualmente anche le spose e gli sposi che ci leggono!