fbpx

Rito matrimonio civile | Cosa sapere su documenti, costi, pubblicazioni

rito-matrimonio-civile

Rito matrimonio civile: cosa sapere su documenti, costi, pubblicazioni

Lasciami indovinare: ti stai per sposare e vorresti optare per un matrimonio con rito civile ma non hai ben chiari alcuni aspetti della cosa, vero? Probabilmente ti starai interrogando sui documenti necessari, i costi da sostenere, i luoghi in cui è possibile celebrarlo.

Ottimo, qui sotto potrai trovare delle risposte a diversi dei tuoi interrogativi. Che dici, diamo uno sguardo?

Rito matrimonio civile: i documenti

Volendo optare per un matrimonio con rito civile hai un numero inferiore di documenti a cui dover pesare rispetto chi il matrimonio lo celebrerà in chiesa.

I documenti di cui hai bisogno sono infatti:
– Atto di nascita;
– Certificato di residenza;
– Certificato di cittadinanza;

Per averli basta recarvi all’ufficio anagrafe del vostro comune di residenza.
Una volta entrati in possesso di questi documenti bisognerà presentarli sempre in comune e la vostra pratica sarà avviata! Vi verrà quindi presto assegnata una data in cui presentarvi per compiere le promesse di matrimonio.

Una volta fatte le promesse, il comune esporrà le pubblicazioni di matrimonio.

Come funziona con le pubblicazioni nel matrimonio civile?

Le pubblicazioni di matrimonio con rito civile saranno esposte al comune (e con tutta probabilità anche online) per almeno 8 giorni. Una volta trascorso questo termine, se non sono state presentate opposizioni con motivazioni ragionevoli, avrete allora 180 giorni di tempo per sposarvi! Ciò perché decorso questo termine le pubblicazioni saranno considerate nulle.

Rito matrimonio civile: dove sposarsi?

Il matrimonio civile purtroppo non può avere luogo dove si vuole. Il comune mette a disposizione dei luoghi appositi (anche molto belli) in cui è possibile celebrare il proprio matrimonio con rito civile.

C’è da dire che le tipologie e le strutture sono molto varie. È possibile sposarsi in delle sale nel comune stesso, in dei castelli (sempre se sono stati dichiarati posti validi) o addirittura in certe spiagge!

Chiedi informazioni al tuo comune di residenza per sapere quali luoghi sono stati adibiti per la celebrazione di matrimoni con rito civile.

Quanto costa sposarsi in comune

Questo chiaramente dipende dalle decisioni prese dal comune stesso e da un po’ di variabili, ad esempio se gli sposi sono residenti nel comune in cui intendono celebrare il rito.

Per darti un range ti dico che questo può costare da assolutamente nulla, fino ad anche più di mille euro.

Dai uno sguardo ad esempio a come il comune di Roma gestisce questo aspetto, qui troverai i costi e diverse location in cui sposarsi nella capitale.

Chi celebra il rito e come funziona

Il rito del matrimonio civile può essere celebrato da ogni cittadino italiano maggiorenne ed avente pieni diritti.

È chiaro che può essere un bell’aspetto che a celebrarlo sia proprio il sindaco del comune in cui sta avendo luogo il rito, ma questo soprattutto nei comuni molto grandi può voler dire richiedere la sua presenza con largo anticipo.

Detto questo, il rito del matrimonio civile è molto breve e conciso. Consiste per lo più nella lettura degli articoli del codice civile e nella formalizzazione degli aspetti burocratici. È possibile però personalizzarlo con delle promesse romantiche da parte degli sposi e con l’intervento di diverse persone care che possono dire qualcosa su di loro.

Dai uno sguardo a questi video di matrimonio e a queste foto di matrimonio per avere qualche spunto, e se ti piacciono contattaci! Saremo felici di documentare il tuo matrimonio con rito civile!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *