fbpx

Offerta per la chiesa del matrimonio | È obbligatoria? Quanto dare?

offerta-chiesa-matrimonio

Questo è uno dei tanti dubbi che possono venirti in testa durante la l’organizzazione delle nozze: come funzione per l’offerta alla chiesa del matrimonio?

E non sei la sola, ce lo chiediamo in molte! Ti anticipo subito che nello scrivere questo articolo ne abbiamo viste delle belle: situazioni losche, prezzi gonfiati, accordi sottobanco e abbiamo scoperto addirittura di denunce fatte dalle spose ai danni di alcune parrocchie!

Chiaramente non è la regola, ma quando si parla di soldi escono fuori lati delle persone alle volte poco lusinghieri. Inoltre le disposizioni in merito sono chiare ma fino ad un certo punto, il che non aiuta molto.

Vediamo perciò di fare chiarezza insieme su come comportarci riguardo le offerte alla chiesa per il matrimonio!

Offerta chiesa matrimonio: è obbligatoria?

costo-chiesa

Di base no, non è obbligatoria. Non c’è infatti un vero e proprio costo della chiesa per il matrimonio. Come infatti Papa Francesco ha espressamente detto “La messa è gratis, non si deve pagare la celebrazione“. C’è però da dire che poi nel concreto questo non accade. Alcuni preti hanno il proprio “tariffario” (cosa che nella maniera più assoluta non dovrebbero avere) e poi in alcuni comuni, come Roma, si parla di una vera e propria “tassa al Vicariato”. Funziona così:

fondamentalmente riguardo la chiesa del matrimonio i casi possono essere due:
– ci si sposa nella propria parrocchia (per uno dei due sposi se non per tutti e due);
– ci si sposa in una chiesa diversa dalla propria (ecco un elenco delle più belle ed emozionanti chiese per i matrimoni a Roma)

Nel primo caso non vi è alcun obbligo, anche se ci sono delle sottigliezze su cui è utile tornare tra poco.

Nel secondo caso invece, vi è una tassa da pagare al Vicariato di 270€. Ripeto questo sembra soltanto a Roma. Questo denaro servirebbe a coprire i costi dovuti alle pratiche che dalla propria parrocchia dovrebbero passare alla parrocchia della celebrazione. Potete trovare proprio qui un documento sul sito del Vicariato di Roma che recita testualmente:

Per la celebrazione del matrimonio fuori parrocchia, il contributo per le spese, nella misura determinata dal Vicariato che non deve essere mai superata per alcun motivo, sarà richiesto agli sposi dal Rettore della chiesa ove avviene la celebrazione”

Non si fa menzione della cifra specifica su un costo per la chiesa del matrimonio ed effettivamente al riguardo non siamo riusciti a trovare fonti affidabili e certificate.

In ogni caso, se alcune tra le vostre damigelle di matrimonio, la vostra damigella d’onore, o i vostri testimoni di nozze si sono già sposati proprio dove vorreste sposarvi voi, chiedete loro consiglio! Avrete sicuramente un quadro molto più chiaro della situazione.

Ti può interessare → Scopri delle idee per il regalo ai testimoni di nozze!

Offerta per la chiesa del matrimonio | Non lasciatevi raggirare

Quindi, riassumendo: se vi sposate nella vostra parrocchia non avete obblighi. Se invece vi sposate in un’altra parrocchia, se siete di Roma (e forse ci sono disposizioni locali simili anche per altri comuni) avete da pagare 270€. Ma non dovete un euro di più.

Tutto il resto è a vostra discrezione e se vi vengono imposte somme superiori riguardo il costo della chiesa per il matrimonio, o il luogo in oggetto rientra in qualche specifica situazione (il che è possibile, in Italia ci sono chiese molto prestigiose che hanno costi da sostenere di un certo tipo) oppure semplicemente il parroco ci sta provando. E non lo deve fare.

Alcuni addirittura impongono il proprio fiorista (scopri tutto sugli addobbi per la chiesa del matrimonio) e il loro fotografo! (A proposito, se cerchi il fotografo per le tue nozze, qui trovi un po’ di nostre foto di matrimonio in chiesa, magari te ne innamori).

Avere un organizzatore di matrimonio che sia una persona seria, vi può tutelare da eventuali problemi di questo tipo, oltre che aiutarvi in aspetti pratici nell’organizzazione, come il testo per le partecipazioni di nozze o il bon ton di matrimonio, più che scegliere con voi la musica per l’entrata dello sposo e mille altre cose.

Sapevi ad esempio che potresti scrivere una lettera allo sposo per il giorno del matrimonio?

In ogni caso, tutto quanto detto poco sopra è confermato dal vicariato stesso, che in questo documento è molto chiaro nello specificare che il parroco non ha diritto di pretendere alcun compenso, ma può chiedere un contributo a discrezione degli sposi. A quel punto sta a voi. Vedremo più avanti quali somme possono essere adeguate!

 

Ti può interessare → Guarda un po’ di foto di matrimonio per avere spunti sulle tue nozze!

Offerta chiesa matrimonio: quando lasciarla

costo-chiesa-matrimonio

Non vi è un codice scritto su quando la vostra offerta facoltativa vada lasciata al parroco. Questo è a vostra discrezione e dipende da come state improntando il matrimonio e dalle varie esigenze.

Molti sposi preferiscono lasciare il proprio contributo prima delle nozze, magari il giorno delle prove. Altri preferiscono approfittare del giorno stesso.

Altri ancora, anche se è meno frequente, fanno tutto con calma dopo la celebrazione. L’offerta è libera e siete liberi di darla nei modi e nei tempi che ritenete più opportuni.

Se fatta nelle giuste maniere e senza pretendere nulla, l’offerta è un modo per mostrare al parroco e alla chiesa i vostri ringraziamenti per il matrimonio!

Ti può interessare → Guarda un po’ di video di matrimonio a Roma per ricevere spunti e idee sulle tue nozze!

Offerta chiesa matrimonio: quanto costa

quanto-costa-sposarsi-in-chiesa

Ok, ma quindi: qual’è una giusta offerta alla chiesa del matrimonio?

Se avete versato i 270€, direi che avete già dato un buon contributo. Potete chiaramente anche andare oltre a vostra discrezione, però dipende da voi.

Se non rientrate nel caso dei 270€, allora potrebbero servirvi dei parametri in cui orientarvi.

Calcolate che non abbiamo mai sentito di sposi che non hanno lasciato un’offerta alla chiesa. Diciamo che è una buona usanza e se non è pretesa fa anche piacere lasciarla.

Alla fine le parrocchie si tengono in piedi quasi esclusivamente con le donazioni dei fedeli ed in un’occasione del genere è buona cosa fare un gesto di carità. Non serve esagerare ovviamente, i matrimoni hanno un costo abbastanza esoso e le spese sono già di per sé tante!

La somma elargita per l’offerta alla chiesa del matrimonio di solito oscilla attorno ai 200€. Alcuni sposi ne lasciano 300€, altri 100€. insomma, il range medio è questo. C’è poi chi in gesto di stizza per essersi trovato male ha lasciato 50€ e chi invece è stato particolarmente accomodante e ne ha lasciati molti più di 300.

Ci sono poi come dicevamo quelle situazioni in cui alcune chiese sono particolarmente pregiate o hanno costi particolari. Li non c’è una regola e si può arrivare a spendere anche uno zero in più. Per questi casi specifici quindi è necessario per voi documentarvi direttamente con la chiesa in oggetto e capire com’è la situazione.

Leggi l’articolo su come organizzare il matrimonio per scoprire di più sulle tempistiche di prenotazione delle chiese e sulle preparazioni in generale!

Calcolate poi sempre che in chiesa è necessario portare anche tutta una serie di documenti necessari per le nozze! Scopri ciò di cui hai bisogno a livello di documenti per il matrimonio religioso.

Se poi stai cercando un fotografo matrimonio Roma o un videomaker di matrimonio a Roma, fai un giro sul sito. Potrebbe scoccare la scintilla!

Inoltre noi ci occupiamo anche di trasmettere in diretta streaming i matrimoniContattaci se la cosa ti può essere utile.