fbpx

Come diventare un fotografo professionista | Tutti gli step

Se sei un appassionato di fotografia potrebbe esserti venuta in mente alle volte la domanda “Come diventare un fotografo professionista?”. Eh si perché tra fare fotografie per hobby e farle per lavoro ci passa veramente ma veramente tanto!

Un conto infatti è scattare ciò che si vuole quando si vuole ed un altro è portare a termine degli specifici compiti o delle specifiche richieste. Fa tutta la differenza del mondo! Noi svolgiamo la professione di fotografi di matrimonio a Roma e sappiamo cosa vuol dire lavorare nel campo della fotografia, anche perché il nostro background è nella fotografia di eventi e per le aziende.

Se perciò vuoi sapere come diventare un fotografo professionista… ecco a te i suggerimenti che derivano dalla nostra esperienza!

La base per diventare un fotografo professionista

La prima cosa che ti diciamo è che questa guida è pensata per chi ha già un po’ di dimestichezza con la fotografia. Diamo per scontato che tu abbia studiato, che già scatti qualche foto e che conosci la teoria. Altrimenti prima di diventare un “fotografo professionista”, quello che dovresti imparare è come diventare un fotografo. Ma nessuna paura perché abbiamo scritto un articolo anche per soddisfare questa esigenza!

In ogni caso la base è conoscere bene la fotografia, aver studiato la teoria, avere un portfolio ben fatto (sono tutti aspetti approfonditi nell’articolo che ti ho menzionato un secondo fa). Perché prima di essere un professionista devi essere un hobbista, un appassionato, altrimenti lavorare come fotografo potrebbe rivelarsi molto difficile per te. E se parliamo di video, noi siamo anche videomaker di matrimonio e vale la stessa cosa.

Prima quindi di pensare a lavorare, a guadagnare, a trovare clienti… devi essere molto ferrato su come fare una bella fotografia oppure tutto quello che stiamo per dire non avrà alcuna utilità. Dovrai aver fatto gavetta, rubato con gli occhi, fatto pratica. Dovrai aver imparato come gestire i modelli quando hanno dubbi su come venire bene in fotografia.

Insomma, il primo passo per diventare un fotografo professionista e guadagnare molto con il proprio lavoro è essere un fotografo amatoriale. Tutto il resto viene dopo. E capire questo è davvero fondamentale per trovare lavoro come fotografo.

Per lavorare come fotografo ad alti livelli specializzati in un settore

Quando si parla di fotografia si sa che ci sono moltissimi campi in cui ci si può specializzare. Per lavorare come fotografo ad alti livelli, infatti, la cosa migliore da fare è scegliere un settore diventare bravissimo in quello. Chiaramente ci saranno sempre delle contaminazioni e sarà impossibile fare fotografie esclusivamente in quel campo. Ma l’idea di fare il fotografo e scattare un po’ questo e un po’ quello non è affatto vincente.

Ecco alcuni dei campi in cui potresti specializzarti
– Moda
– Matrimoni
– Eventi
– Aziende
– Prodotti
– Book per gli attori
– Fotografia documentaria
– Fotoreportage di guerra
– Fotografo di scena sui film
– Sport
– Fare il fotografo all’estero

E davvero molto ma molto altro. Perciò, scegli un determinato campo e diventa il migliore. In questo modo il tuo nome sarà conosciuto nell’ambiente ed il tuo cachet potrà alzarsi perché sarai visto come uno specialista preparato.

Come diventare un fotografo professionista prestigioso? Trova il tuo stile!

Chiaramente se pensi che in un discorso complesso come diventare un fotografo professionista sia necessario scegliere un settore e fare pratica… beh potresti restare deluso. La concorrenza sarà spietata e ci saranno moltissimi altri fotoreporter di talento pronti a soffiarti gli ingaggi proprio sotto al naso.

Dovrai perciò offrire cose che gli altri non possono offrire e qui entreranno in gioco la tua creatività ed il tuo talento. Se hai un punto di vista completamente nuovo e differente per raccontare gli eventi, allora riuscirai a distinguerti davvero dalla massa e a poter emergere. E sappi che garantire un’ottima qualità non è sufficiente… è solo il punto di partenza da cui partire.

Ed essere creativi ed originali alle volte vuol dire anche scodificare alcune regole ed alcuni dogmi della fotografia, ma sono cose che si dovrebbero fare soltanto quando quelle regole si padroneggiano con grande abilità.

Come diventare un fotoreporter richiesto: fatti fare tante recensioni

Per diventare un fotoreporter richiesto devi essere appetibile come dicevamo. Ora… puoi puntare fondamentalmente su due modi per acquisire i clienti: con il passaparola o tramite le ricerche online. In ogni caso le recensioni hanno importanza primaria.

Dal vivo ovviamente sono cruciali perché il passaparola può funzionare soltanto se una persona molto soddisfatta del servizio ti consiglia a qualcun altro, che si spera faccia lo stesso con qualcun altro ancora e così via. Online, però, funziona allo stesso modo!

Se infatti una persona che non ti conosce dovrà scegliere tra te più che un altro, a parità di bravura sceglierà sicuramente il professionista con il maggior numero di recensioni positive! Quindi non lasciare questo aspetto in secondo piano e una volta conclusi gli ingaggi, chiedi sempre ai tuoi clienti di lasciarti un bel commento positivo su Google, Facebook o dovunque ti sia utile.

Scegliti i clienti giusti

Come diventare un fotografo professionista? Scegliendo i clienti giusti. E questo forse potrebbe sembrarti un controsenso dato che lavorando e vivendo di fotografia… più incassi subito e meglio è! Ma sappi che ci sono dei clienti che possono essere giusti per altri ma non per te. Dipende infatti dal tipo di obiettivo che hai per la tua carriera e dal tipo di mercato in cui ti vuoi inserire.

Ad esempio se hai intenzione di creare una grossa realtà fotografica in cui hai molti collaboratori e segui clienti di livello… non perdere tempo appresso a lavoretti di poco conto o magari reportage che ti occupano troppo tempo ed energie a fronte del guadagno che ricevi. Investire troppo per consegnare tanti piccoli lavori vuol dire avere poco tempo da dedicare alla crescita della tua azienda. Ti conviene quindi prendere meno clienti, ma più cicciuti e che offrono lavori pagati meglio.

Se invece il tuo obiettivo è stare in prima linea sul campo, probabilmente non vuoi neanche dedicare il tempo a far crescere l’azienda perché tu un’azienda non la vuoi dato che vuoi lavorare come fotografo freelance (a proposti, scopri come diventare un fotografo freelance). In questo caso, accettare ingaggi che ti assorbono molto, che ti fanno stare via a lungo e non ti lasciano tempo per altro… sarà la tua ragione di vita!